Francescangeli: Andiamo in Rete, progetto volano per i nostri giovani

Share Button

Di incontri di questo tipo nell’arco degli anni ce ne sono stati diversi, con il coinvolgimento di numerosi soggetti, ma quello che si è tenuto l’altro giorno alla Confartigianato di Ancona potrebbe davvero rappresentare un vero e proprio punto di svolta per lo sport anconetano e non solo. Un incontro che ha visto la partecipazione dell’Università Politecnica delle Marche, Confartigianato Ancona-Pesaro e Urbino, l’Ancona Matelica, il CUS Ancona e ANCoS Confartigianato Persone. Tesi condivisa anche dal presidente del Cus Ancona David Francescangeli, presente all’incontro: “L’aspetto più importante è il riconoscimento pubblico di un’assunzione di responsabilità. Abbiamo il dovere di prenderci cura dei giovani in ogni aspetto, con progetti operativi concreti che abbiano una linea direttrice. Le premesse per fare bene ci sono tutte, basti pensare che le parti presenti a questo incontro hanno firmato un protocollo, e questo rappresenta un impegno scritto nei confronti dell’intera collettività. Si è andati ben oltre le dichiarazioni di facciate e il ritorno di immagine. Lo sport è integrazione, gioco, divertimento, senza dimenticare gli aspetti sociali e l’inclusione nell’ambito territoriale”. Quali saranno le promesse mosse da parte dei firmatari di questo protocollo ai fini organizzativi ?: “Con l’inizio dell’anno scolastico andremo ad allestire dei tavoli operativi anche in base all’età dei ragazzi. Oltre all’attività motoria di base nelle scuole materne ed elementari, andremo ad incontrare i giovani delle superiori, sempre con personale qualificato, come ad esempio istruttori Isef. Ogni firmatario di questo protocollo metterà a disposizione le proprie competenze territoriali in un percorso che ovviamente dovrà essere condiviso con le varie direzioni didattiche”.

Ufficio Stampa

Share Button
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com