Arrampicata Sportiva: Michele Aberle ci spiega il suo “arrampicarsi”…

Share Button

Abbiamo detto tante volte che l’Arrampicata Sportiva, specie al Cus Ancona, è molto più di una semplice disciplina sportiva. E’ confrontarsi di continuo con i propri limiti, mettersi sempre davanti un obiettivo da raggiungere, anche in correlazione con un altro sport. Non sono rari i casi in cui chi si arrampica lo fa per pura passione, combaciando questa attività con ulteriori attività sportive, anche agonistiche. E’ il caso di Michele Aberle, arrampicatore per passione, rugbista per sport.

“Conciliare è possibile, impegnativo ma non assurdo – ci confessa prima di lasciarsi andare ad ulteriori considerazioni – E’ fondamentale scegliere a quale delle due attività dedicare maggior spazio e impegno“. Una passione, quella per l’Arrampicata, nata da lontano e che viene coltivata giorno dopo giorno: “Sin da quando ero piccolo mi sono sempre arrampicato ovunque, questa passione me la sono portata dietro fino a quando ho conosciuto l’arrampicata sportiva che mi ha da subito stregato. Anche se per adesso non riesco a dedicarmici quanto vorrei, quando arrampico soprattutto in falesia ho una scarica di adrenalina perche siamo solo io e la parete e la sfida si fa interessante

Una crescita della sezione che va di pari passo con quella dell’intera disciplina: “Una crescita ottima. Quest’anno abbiamo anche allargato la superficie d’ arrampicata aggiungendo quattro pareti nuove, e ciò sta attirando molta gente grazie anche al grande lavoro di Damiano Del Bianco e di tutta la dirigenza che hanno dato e stanno dando il massimo

 

Ufficio Stampa Cus Ancona

 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com